Orantes organizza Pellegrinaggi in Terra Santa sulla base di un’esperienza più che decennale.

Sebbene la struttura “classica” dei nostri pellegrinaggi preveda un percorso comune a tutte le opzioni di itinerario disponibili per quanto riguarda alcune mete imprescindibili (Gerusalemme, Betlemme, Nazareth ad esempio), abbiamo ideato nel tempo anche percorsi più particolari e meno comuni che vanno a coinvolgere tappe in contesti che in realtà non hanno nulla in meno rispetto agli itinerari più tradizionali. Ad esempio, Orantes è stata uno dei primissimi operatori a riproporre pellegrinaggi nella terra di Samaria dopo la sua “riapertura” da parte delle autorità locali: troppe e importanti sono le ricchezze offerte da questa terra (da Sebastya a Nablus, al Pozzo di Giacobbe) bellissima!

Nella stesura dell’itinerario classico il cammino inizia comunque dalla Galilea e si completa in Giudea, senza trascurare appunto (non in tutti gli itinerari proposti tuttavia) il transito in Samaria: si ripercorre in questo modo la vita del Nostro Signore, l’infanzia e l’adolescenza, la manifestazione pubblica e il compimento del Mistero Pasquale.

Alcuni dettagli tecnici del viaggio in Terra Santa

Trasporto aereo: Orantes Pellegrinaggi utilizza esclusivamente il servizio della Compagnia di bandiera, italiana o israeliana. Il volo diretto dall’Italia per l’Aeroporto “Ben Gurion” di Tel Aviv, consente oggi di raggiungere la Terra Santa in circa tre ore di volo. Un tempo di navigazione abbastanza contenuto che consente, decollando in prima mattina, di avere a disposizione tutto il pomeriggio del primo giorno. Opportunità preziosa per l’inizio dell’itinerario.

Spostamenti sul territorio: Orantes offre al pellegrino il percorso dell’itinerario in tutta la sua estensione, a bordo di moderni bus gran turismo.

Strutture ricettive: non mancano nel moderno Stato di Israele e nei territori dell’Autonomia Palestinese soluzioni logistiche ad ampio respiro. Territorio affascinante servito dalle grandi catene alberghiere della costa mediterranea e dai lussuosi Hotel che contornano il Lago di Tiberiade; dai numerosi centri benessere che utilizzano le plurisecolari proprietà terapeutiche del Mar Morto alle suggestive sistemazioni in Kibbutz, agricole o montane. Luoghi tutti di sorprendente bellezza. Ma Orantes esprime una vocazione al Pellegrinaggio sulla Roccia che ci ha generato. In questa ottica ritiene opportuna ed insostituibile la permanenza dei suoi pellegrini “accanto al santuario”: non è assolutamente secondario poter raggiungere il luogo santo con una passeggiata di pochi minuti, al mattino presto o dopo cena! Alcuni santuari rimangono infatti aperti fino a sera e questo prezioso privilegio rimane precluso dimorando in una struttura periferica. Orantes pellegrinaggi individua sempre quelle strutture ricettive che offrano tale possibilità, garantendo totale dignità di accoglienza.

Durata del pellegrinaggio: naturalmente non c’è alcuna regola. Tuttavia, l’esperienza che Orantes Pellegrinaggi ha potuto raccogliere lungo gli anni suggerisce una permanenza minima di dieci giorni. Tempo idoneo e necessario per vivere ogni momento “senza fretta”, potendo cogliere un incontro fecondo con la “grazia dei luoghi santi” e con le pietre vive. Vivendo l’azione liturgica nello stile tramandato dalla tradizione così come testimonia la pellegrina Eteria, che già nel quarto secolo prediligeva la “Lectio Divina esercitata in ipso loco”. Gustando infine tutto lo splendore archeologico, artistico, letterario che la storia ha depositato e custodito in questa Terra, “Geografia della Nostra Salvezza”, luogo di incontro per tutte le culture di ogni epoca.